giovedì 31 dicembre 2009

Bando di concorso Premio migliore ricetta con il caffé



BANDO
NERONERO.it bandisce un premio per la miglior ricetta a base di caffè.
Le 50 ricette più meritevoli saranno raccolte in un libro il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza, al netto delle spese, all'associazione Chefs Sans Frontières per l'insegnamento del mestiere della ristorazione a ragazzi di strada di tutto il mondo.
Per partecipare è necessario inviare una o più ricette all’indirizzo ricetta@neronero.it entro e non oltre il 30 Aprile 2010. La mail deve presentare come oggetto “Premio miglior ricetta”. Le ricette proposte devono essere complete di ingredienti e delle modalità di preparazione; devono inoltre prevedere l’utilizzo del caffè.

Premi per le migliori ricette:
1° premio: macchina caffè EP 800 / LB 800 (a scelta) + 500 cialde Lavazza
2° premio: buono sconto del 90% sulla macchina caffè LB 800 + 300 cialde Lavazza Blue
3° premio: 300 cialde Espresso Point

Per le prime 3 ricette: inserimento nei menu dei ristoranti Chefs Sans Frontieres.
Per le prime 50 ricette: pubblicazione della ricetta su libro, con ricavato donato in beneficenza

mercoledì 30 dicembre 2009

Ciambelline del buon augurio

Ciambelline

Version française de la recette en bas
Queste brioscine  si abbracciano con due impasti diversi che le rendono molto speciali  vi lascio simbolicamente abbracciandovi tutti dolcemente, le ho presentate come segna posti per ogni ospite il giorno di Natale. Erano calde e fragranti, sono servite per spalmare qui velo di foie gras o qui, ivece come me, una fetta di salmone. La ricetta é quella di Antonella che le rende ancora più golose con la crema pasticcera. Il mio interesse era di fare un pane poco dolce e brioscioso, morbido e adatto ad una cena calorosa ed invitante.Le ho preparare in anticipo, le ho congelate e riscaldate all'ultimo minuto, cosa che mi ha davvero molto soddisfatta. Le hanno gradite i grandi come i piccoli e se non fate in tempo a presentarle per il grande cenone di stasera ci sarà sempre un momento particolare per gustarle nei prossimi 365 giorni come simbolo di convivialità e di augurio con le persone che più amate.
AUGURI per un 2010 sereno, fortunato e di buona salute a tutti

martedì 29 dicembre 2009

Linguine con il baccalà e briciole di pane dorato

Linguine con il baccalà e briciole dorate

Version française de la recette en bas
Da una ricetta scic tipicamente francese " la Nage de moules" in questo post propongo una ricetta molto più rustica e tipicamente calabrese ma comunque di grande effetto, almeno per qui ama mangiare il baccalà. E' il piatto delle vigilie per eccellenza. Mentre una vigilia é già passata altre ne arrivano e come tradizione vuole, almeno dalle mie parti, il baccala fa da padrone sulla nostra tavola. La tradizione vuole che sia assolutamente fritto e poi accompagnato da verdure, come carote o delle rape, cicorie riservate in congelatore per l'occasione ma, sicuramente anche con la pasta , gli spagnetti o le linguine. In questo piatto al posto delle acciughe  ho utilizzato un goccio di Colatura di alici di Cetara.(Grazie Cibou...;D)

lunedì 28 dicembre 2009

Zuppa di cozze alla francese - Nage de moules

Nage de moules

Version française de la recette en bas
Questa zuppa molto saporita ,amo prepararla durante le feste proponendola in piccole cocottine per  piccole porzioni prima di un piatto principale, diciamo un preantipasto , molto gradito per il brodo caldo  delicato , leggermente speziato dal gusto particolare dello zenzero. Ho pensato di proporvela prima della prossima grande cena per invitarvi a provarla, visto che, appunto durante la grande cena ci si deve sedere a tavola gustando più pietanze varie e tradizionalmente a base di pesce finché di finisce in bellezza aspettando lo scoccare della mezzanotte con le  buone lenticchie portafortuna

domenica 27 dicembre 2009

Soul Ricetta n°4 - Prelibatezza d'agnellino da latte "meeeh" con ratatouille


Version française de la recette en bas
Quarto appuntamento al cinema con Soul Kitchen....film che presto uscirà nelle sale cinematografiche italiane(8 gennaio prossimo) e, che suscita sempre di più la mia curiosità e credo anche un po' la vostra. La ricetta di questa settimana, benché avrebbe potuto far parte di un menu' festivo, questa volta non mi é stato davvero possibile prepararla, sia per mancanza di tempo, sia perché di banchetti ne abbiamo fatti troppi ed un po' di riposo detox ci vuole inevitabilmente per riprendere presto nei prossimi giorni.  
Colgo l'occasione per ringraziavi delle vostre visite e dei vostri affettuosi auguri lasciatemi nel post precedente...mi sono "allontanata" per poter dedicare tutta la mia attenzione alla famiglia come é giusto in questo magico periodo.

martedì 22 dicembre 2009

Pain d'épices all'arancia e Buon Natale

Pain d'épices

Version française de la recette en bas
Mi chiedevo in questi giorni carichi di cose da fare se mai sarei riuscita a chiudere in bellezza e in bontà, con un ennesimo post preparato e non terminato per diversi motivi. Sono qui da qualche giorno ormai a scrivere e a riscrivere oltre che il testo anche la ricetta, non che sia difficile, (in questo periodo si!) lo faccio tra un ritaglio di tempo ed un'altro, rubato al lavoro, alla pausa pranzo, a mezzanotte. Ma ecco finalmente  ci sono, oggi ho finito tutto e la cosa mi premeva soprattutto per potervi lasciare in "dolcezza", per potervi lasciare i miei auguri di buone feste, di serene feste, di buon Natale e di tante e tante cose buone....non volevo mancare a questo appuntamento.

sabato 19 dicembre 2009

Soul kitchen 3 - Fagottini dello "Spaccaossa" con salsa allo yogurt

Fagattini dello " Spaccaossa" con salsa allo yogurt

Version française de la recette en bas
Terzo appuntamento con il cinema ed io sono sempre più curiosa di ricevere ogni venerdi  la lista della spesa per la ricetta da preparare anche perché gli ingredienti che la riguardano possono essere (come in questo caso) ingredienti che non ho l'abitudine di usare. La carne di agnello, appunto, mai cucinata e tanto meno mangiata solo l'odore per me é insopportabile, lo so', chi si occupa di cucina normalmente non dovrebbe avere di questi problemi ma purtroppo non é il mio caso...dunque, anche stavolta  la ricetta d Soul Kitchen l'ho fatta ma con della carne di vitello  tutto il resto é  stato di mio gradimento, le spezie, gli odori e l'esecuzione facile facile.

giovedì 17 dicembre 2009

Crema di fagioli, carote e porcini all'olio di mandarino

Zuppa di fagioli,carote e porcini all'olio di mandarino

Version française de la recette en bas
Negli ultimi tempi sono un po' fissata nel donare all'olio d'oliva un aroma...insomma aromatizzo l'olio. Mi piace tanto condire l'insalata ma non solo anche un piatto di spaghetti o delle verdure e condire solo con dell'olio di ottima qualità ma profumato. Chiacchierando con questa signora Fragolina qui che adoro per la sua disponibilità e simpatia, prendo spunto dei sui grandi  consigli che, lei dice, per fare un'olio aromatizzato al momento basta scaldarlo a temperatura molto bassa con l'ingrediente che gli dà l'aroma, tipo, come nel mio caso il succo e , o la buccia del mandarino.

mercoledì 16 dicembre 2009

Pandorino con fonduta di formaggi e pere

 Pandorino con fonduta di formaggi e pere
Version française de la recette en bas
E ci sono riuscita anch'io. Il contest di Fiordisale mi ha stuzzicato la fantasia subito. L'utilizzo del panettone, creando una ricetta alternativa alle solite, é davvero allettante e visitando il sito dell'azienda dolciaria Loison c'é davvero da sbizzarrirsi. Il panettone non solo lo amiamo tutti già bello e fatto ma con un po' di fantasia ci si puo' deliziare fin dal primo pasto, dall'aperitivo, al piatto principale al contorno con carni e cosi' via dando un tocco di grande originalità  per stupire durante la cena più festosa dell'anno.
Ho preso lo spunto pensando di utilizzare un piccolo pandorino (difficile da trovare qui ma c'é riuscito mio suocero :) grazie mille) e di presentarlo a fine pasto come piatto unico di formaggio-frutta e dessert, per sorprendere mio marito ( e ci sono riuscita) preparandolo proprio il giorno del suo compleanno!!!!

martedì 15 dicembre 2009

Un premio.....

Ravioli alla crema di parmigiano e tartufo
Ravioli con crema di parmigiano e tartufo

...........Uno di quelli che ti scaldano davvero il cuore, primo perché viene dai vostri voti e poi perché l'idea di questo piatto che mi ha permesso di vincere il  primo premio del contest di Genny "Segni particolari D.O.P." in collaborazione con La Compagnia del Cavatappi ,mi é venuta pensando a mio padre, a quanto amore e pazienza ha impiegato per farmi amare ed apprezzare le cose buone.

Grazie Genny....
Grazie a tutti quelli che mi hanno votata
Grazie alla


e Grazie infinite  a mio padre.

Voglio citare anche le altre due brave partecipanti che hanno vinto:
il secondo premio:
Il chutney senza nome con fichi d'india e ragusano DOP di Enza
ed il terzo premio:
Tortino di ricotta e crema di fichi di Prinz

lunedì 14 dicembre 2009

Meringhette al caramello e cioccolato bianco

Meringhe farcite

Version française de la recette en bas
Faccio piano a svegliarlo stamattina, come tutte le mattine, alle sette in punto più o meno, mi accosto vicino al lettino del mio piccolo grande ometto Vittorio, sfiorandogli la guancetta rosa , immersa ancora nel sonno. Dolcemente, gli do un bacio e gli sussurro: buon complenno amore mio. E come tutte le mattine, lui, apre lentamente gli occhi, percepisce la mia presenza , si rassicura, mi sorride lievemente e si infila sotto le coperte...

domenica 13 dicembre 2009

Appuntamento al cinema 2 - Soul Kitchen - Sardine fritte"dell'agente immobiliare" su letto di lattuga romana

Ricetta Soul Kitchen - Sardine.......

Version française de la recette en bas
Eccomi al secondo appuntamento con il film Soul kitchen, cioé con le ricette del film in anteprima e in anteprima su You Tube potrete seguirne qualche scena divertente. Questa settimana una ricetta che non mi aspettavo a base di pesce, si magari in tema con le prossime vigilie ma le sardine non mi sembrano troppo indicate,  é un piatto freddo adatto piuttosto ad essere servito in periodi più caldi. Comunque, un piatto sfizioso, semplicissimo da realizzare e che questa volta non ho seguito alla lettera...Le sardine rientrano benissimo nella mia alimentazione datosi che essendo io Calabrese, ne ho mangiate davvero tante. E  perché no, mi son detta, pensandoci bene,.visto l'avvicinarsi delle prossime feste e che é   tradizione servire del pesce, concediamoci pure un piatto povero e poco calorico.

mercoledì 9 dicembre 2009

Confit di pere alla vaniglia e marrons glacés

Confit di pere alla vaniglia e marrons glacés

Version française de la recette en bas
Prima di mettervi a fare questa ricetta, se vi tenta  cosi' come é successo a me, é meglio che vi chiarisca un punto particolare nella sua esecuzione e, già solo a citarne l'autrice, Christine Ferber che dovrebbe essere una garanzia della sua riuscita  invece, un punto debole io l'ho riscontrato. ...L'ho vista su una rivista ricca di ricette natalizie "Régal" di questo mese e mi sono premunita di tutto per farla, sfruttando anche l'idea di regalare questo confit proprio durante le prossime feste. La ricetta prevede un tempo di macerazione della frutta di 15 minuti ed un tempo di cottura breve, in totale 20 min circa che in realtà per me  é stato insufficiente a far raggiungere alla frutta la giusta consistenza caramellata che si vede dalla foto sulla rivista ed, ovviamente a quella che io immagino debba essere: cioé, la consistenza delle marmellate, fluida ma mielosa e con i pezzetti di frutta lucidi e quasi canditi.

martedì 8 dicembre 2009

Biscotti speziati al miele

Mouffy

Version française de la recette en bas
Il mio soggiorno riposo procede bene, anche se a volte una giornata intera da soli "stanca". Faccio mille cose con la testa, scrivo sulla mia agendina appunti diversi, leggo qualche pagina di un buon libro e tante tante ricette. Ho tirato fuori vecchie riviste, sfogliato libri che non ricordavo di avere, io ed il gatto Mouffy, ci teniamo compagnia. Lui dorme moltissimo, in posti impensabili, ogni angolo della casa gli appartiene, in un cassetto, su una mensola, sul water, nel lavandino, sul davanzale della finestra, nel cesto della biancheria appena stirata o sull'asse da stiro, l'ho trovato anche nella scatola dei decori natalizi, aperta per iniziare l'albero e lui era tra le palline ed i fiocchi d'argento, la testa piena di palline di polistirolo che serviva a proteggere le palline fragili, lui, Mouffy era acciambellato li' con delicatezza e nonostante i suoi 4 kili non ne ha rotta neanche una. Quando si sveglia si avvicina alla sua ciotola di crocchette se é vuota viene a mi chiama, si strofina alla mia gamba e si butta giu' con le zappette all'aria per accogliere le mie carezze. Come me non ha molta voglia di uscire fuori non é piacevole, nonostante la temperatura dolce c'é un'umidità spaventosa. Ha piovuto tutto il fine settimana e continuerà ancora. ieri uno spiraglio di sole che sembrava un miraggio, é durato poche ore mi ha permesso di "svegliarmi" un po'...nel senso che sembra quasi che ti ritorni la vista , io poi essendo miope, ne risento moltissimo del grigiore e come vedo piu' luce intorno a me, gli occhi si aprono per accoglierla  tutta insieme al suo calore.

lunedì 7 dicembre 2009

Appuntamento al Cinema - Una ricetta Soul: Minestra di rape rosse e gnocchetti al tofu

Zuppa di rape rosse e gnocchetti al tofu

Version française de la recette en bas
Qualche settimana fa, ricevo una mail dall'agenzia Alphabet City...per essere stata scelta e far parte di una iniziativa divertente ed intrigante. Per l'occaisione dell'uscita del film Soul Kitchen  nelle sale cinematografiche prevista per l'8 gennaio prossimo. "Un film che ha vinto la menzione speciale al Festival di Venezia e che: rivoluzionerà - scrive l'agenzia - completamente l'idea della cucina cosi' come il grande schermo é solito presentarcela! La pellicola, infatti, tramite la storia del greco-tedesco_Zinos, proprietario del locale Soul Kitchen, racconta come puo' un ristorante essere ben più di un posto in cui sfamarsi e di come una ricetta possa parlare al cuore e trasformare semplici ingredienti in un triofo di gusto!

giovedì 3 dicembre 2009

Doratelle di riso dolce

Doratelli di riso dolce

Version française de la recette en bas
Sono le quattro del pomeriggio, ora di punta dell'uscita dalla scuola. Sono seduta su una panchina fredda ( mi ricorda qualche cosa questa frase:-P,) alla fermata dell'autobus. Fa un freddo glaciale, vento e pioggia ti schiaffano in viso gelide gocce, non basta la panchina a ripararci. Una ragazza carinissima, ne guardo il profilo perfetto.....trema...é seduta vicino a me e mi chiede scusa per far tremare  anche la panchina, le sorrido, tanto tremo anch'io..Non si é ben coperta uscendo da casa questa mattina...sperava in una bella giornata invece!!!!L'autobus é affollato a quest'ora ed io sono l'unica intrusa....tutti bei ragazzetti e ragazzette che rientrano a casa...tutte con l'ipod  ed il telefonino in mano a cercare i messaggini, tutti che si sorridono si baciano e di parlano anche attraverso l'ipod...bho!!! Mi piace osservarli, loro osservano me, marziana tra di loro...non c'entro affatto. L'autobus stracarico partendo mi fa barcollare e mentre cerco di afferrare la maniglia laterale, le tredici cartelle di lastre mi scivolano dalle mani...due, tre, ragazzi si precipitano con fatica a raccoglierle e me le porgono  gentilmente. Tredici cartelle con le radiografie degli ultimi dieci anni...perché quando vai a fare la radiografia ti chidono tutte le lastre precedenti?... e tu, ignorante e, perché non vuoi che il dottore si perde qualcosa di te...te li porti tutti appresso..non si piegano, sono enormi e scivolano...

martedì 1 dicembre 2009

Bourguignon: ovvero Manzo al Cioccolato

Bourguignon

Version française de la recette en bas
Dal mio macellaio di fiducia non ci vado spesso devo confessarlo, sono rari i miei acquisti di carne rossa e se lo faccio é per comprare della buona carne per i miei figli che al contrario sono dei perfetti carnivori; Mangiano tre volte a settimana la carne rossa alla mensa scolastica ed io il più delle volte preferisco cucinare del pesce o fargli un buon polletto ruspante e, anzi molto più frequentemente delle scaloppine di pollo che mangiano molto molto volentieri. Bhe...ho perso il filo...ritornando al mio macellaio, l'ultima volta che ho acquistato della carne mi ha consigliato di fare un buon "bourguignon" che, devo confessare anche questo, mangio anch'io ben volentieri. Una carne tenera e  di prima  scelta , una carne che trattiene tutto il condimento assorbendone gli aromi e soprattutto ben cotta nel vino rosso  corposo.

lunedì 30 novembre 2009

Barrette di speculoos al cioccolato

Barrette croccanti al cioccolato

Version française de la recette en bas
Corri, corri e corri sempre, salti e salti come un canguro, sali e scendi, fai chilometri e non te ne rendi conto, certo prendi anche la macchina per fare la spesa, per accompagnare i bimbi a scuola, per andare al lavoro...ma sempre chilometri fai, ed il piede sinistro non ha retto questo sforzo...sarà l'età?, accidenti, io mi sento in forma come una ventenne, sarà che mi manca vitamina D?, sole, luce, calore!!!! Il fato é che mi sono fratturata il dito medio del piede sx...come?...bhooooo!!!, proprio non lo so', ne come, ne quando é successo, mi sono ritrovata( già 15 giorni???) con un dolore lacinante ed un colore rosaceo-viola sul piede, proprio mentre andavo a fare il mio corso di ginnastica...Ho pensato, bhe,  mi passerrà é che sarà mica?...un tendine innervosito...quattro salti e mi passerà!!!!Invece no, faccio un giro di novanta gradi e rientro a casa, zoppicando.

giovedì 26 novembre 2009

Minestra di fagioli bianchi, funghi misti e bietolina

Minestra di fagioli,funghi misti e bietoline

Version française de la recette en bas
Perché quando ti senti stanca non solo per il lavoro, non solo per le troppe faccende di casa, non solo perché fuori fà grigio e ti manca il sole, non solo perché i bimbi ti chiamano sempre in soccorso anche per allacciarsi le scarpe o trovare quel quaderno chissà dov'é finito, non solo perché apri il frigo ed é vuoto e non sai cosa cucinare e neanche tanta voglia, non solo perché vorresti ritornare bambina, prendere uno sgabello, tenerti forte alla mensola e  cercare la cioccolata nella dispenza noscosta dalla mamma e metterti a piangere in un angolino perché sei caduta dallo sgabello e ti sei fratturato il piede ed hai vergogna a confessare che sei golosa?....perché?. Perché oggi, che posso mangiare tanta cioccolata, nascosta da me, per non abusarne, per consolarmi ho voglia di ritornare indietro e mangiare quanche cosa di caldo che quando ero piccola non magiavo neanche a legarmi alla sedia e torturarmi per ore con il solletico. Oggi che ho voglia di antico mi coccolo stranamente con una minestra che grazie alle ripetute insistenze di mia madre ,l'adoro.

martedì 24 novembre 2009

Panetti di Castagne e noci

Panetto di castagne e noci

Version française de la recett en bas
Prima le abbiamo mangiate arrostite, é d'obbligo appena si raccolgolo le castagne, poi le ho mielate con il vino cotto ed infine, le ho usate per farne dei panetti, che da noi in Calabria ,particolarmente nel mio paese, sono ricercatissimi e venduti nel grande mercato domenicale, perché fatti da manine preziose. Sono dei piccoli panetti deliziosi con il sapore intenso delle castagne grigliate, dal colore molto scuro e dalla consistenza compatta, é come aprire una castagna cotta sulla griglia...purtroppo non sono riuscita ad ottenere la ricetta che appartiene ad una tradizione molto antica, che delle  signore ormai anziane  ne mantengono il segreto e soprattutto il saper fare, la lavorazione, "manine preziose", i tempi precisi di lievitazione e cottura rigorosamente  in forno a legna...e sopratutto gli ingredienti: le castagne di qualità.
 

domenica 22 novembre 2009

La focaccia

Focaccia

Version française de la recette en bas
Ecco un'esempio dove l'ingrediente essenziale é l'olio d'oliva per rendere questa focaccia morbida e gustosa, la focaccia di Locatelli che tutti ormai conosciamo molto bene da che c'é stata presentata da Sigrid  qualche tempo fà.
La faccio molto spesso ed anche al posto della pizza, imbottita con qualsiasi cosa che trovo nel frigo diventa un'unico e insostituibile spuntino serale di sabato sera o di domeniche davanti alla tv o al pc ;-).

giovedì 19 novembre 2009

Caldarroste con il vino cotto

Castagne al vino cotto
Version française de la recette en bas
Un caminetto acceso che riscalda queste sere autunnali via via ancora più fredde. Delle castagne appena raccolte nel bosco. Lo scricchiolio della legna che arde e lo scoppiettare delle castagne che si aprono e cominciano a dorarsi. Il profumo del fumo insieme al profumo del bosco. Due bambini che aspettano con gli occhi lucidi e orgogliosi, il risultato del loro lavoro: le caldarroste....e poi, tante mani che si tingono color carbone per sbucciarele, finalmente  calde, gustandole con grande avidità.
Un piacere d'infanzia ma anche un piacere da grandi. Mentre sbuccio le mie caldarroste per trovarne le migliori e riservarle per un'altro piacere ancora più avido.

mercoledì 18 novembre 2009

Gratin di porri

Porri gratinati con brie

Version française de la recette en bas
Oltre che alle zuppe é anche il momento delle terrine gratinate. Io uso molto il forno (anche quando fà caldo) é il miglior modo di cottura che mi lascia anche tempo per altre cose. Dopo aver deciso cosa infilarci dentro preparo tutto anche in anticipo e quando é il momento..... via, in forno a cuocere.
I porri li ho scoperti proprio qui in Francia, in Calabria non li avevo mai visti, più precisamente nel mio paese. Ricordo che mio padre me ne parlava, avendo vissuto per molti anni, da giovane a Bologna, dice sempre che c'era  una sua zia che glieli preparava sempre al forno ma non ne conosceva la ricetta e neanche gli passava per la mente di domandarglielo, se ne regalava la bontà durante le sere fredde d'inverno e...basta. Non poteva immaginare un attimino che avrebbe avuto una figlia con la sfrenata passione di cercare e scovare ricette dappertutto?....Ricorda pero' che conteneva sapori freschi, croccanti e filanti ed io da queste piccoli indizi e qualche ricerca sul web ,ho pensato bene di provare a farla....peccato che mio padre é giu in Calabria ma certo quando verrà qui é uno dei piatti che gli faccio assaggiare molto volentieri.

lunedì 16 novembre 2009

E sono due.....

Punch alla rosa

Version française en bas

anni di Via delle rose

400.000 visite, quasi 500 post e più di 300 ricette e tante chiacchiere, molti amici palesi e moltissimi amici silenziosi...tanti messaggi, tante domande, tante gentilezze e tanto tanto tanto affetto assolutamente imprevedibile. Da allora, dalle mie prime timide ricette scopro, passo dopo passo quanto siano cambiate le mie pagine, le mie foto, i miei discorsi ed i vostri commenti sempre più simpatici, affettuosi tanto che da allora questo spazio é diventato il mio rifugio, la mia passione, il mio modo di essere, insomma una gran bella avventura.
Grazie per tutte quelle volte che vorrei ringraziarvi  singolarmente e che correndo di quà e di là non riesco a soffermarmi un po' di più per farlo.

Buon compleanno Via delle rose!

domenica 15 novembre 2009

Orange marmalade e scones di patate dolci e zenzero

Orange marmalade e scones

Version française de la recette en bas
Mi svesto velocemente dei panni di lavoro, finalmente! E' venerdi, ultimo giorno di fatica e non ho ancora finito, c'é la spesa da fare, prendere i bimbi a scuola, mettere in moto la lavatrice, riordinare la casa, prevedere la cena di stasera.... anche se, nell'aria respiro un buon fine settimana. La lista della spesa é fatta già da stamattina, mentre la dettavo ad Alex, in macchina prima di lasciarlo a scuola...qualche volta mi dà una mano a ricordare cio' che manca. " Scritto tutto?" - Si, scritto tutto"...metti il foglietto per favore, nella borsa. - Fatto? -Fatto!"
Vado con calma al grande centro commerciale vicino casa...Ops...chiuso il parcheggio sotterraneo, dove solitamente é facile trovare libero. Una barra di ferro ed un cartello che dice: lavori in corso. Torno indietro e cerco un posto possibilmente vicino ai carrelli e  all'entrata del centro. Guardo il cielo grigio....ehmmmm , promette pioggia. 
Faccio velocemente le corsie, ormai conosco bene dove andare a cercare, tenendo a memoria la lista della spesa, non so perché ma in borsa non la trovo (!? :P)....corro a comprare il burro, il lievito per dolci, la farina speciale per il pane, le uova, i cereali, le crocchette per il micio, la frutta, le arance.......Tutto ben sistemato nei sacchettini di plastica trasparente (fragili a dire il vero) che la gentile cassiera mi dà in soccorso avendo per l'ennesima volta scordato le borse in auto.
Intanto fuori piove e dirotto e correndo, con l'ombrello che si sfascia come sempre sistemo tutto nel cofano. La campanella suona l'uscita della scuola, eccoli i miei bimbi. Finalmente tutti a casa e mentre sistemo i sacchetti trasparenti con la spesa......:P)... e le arance?

Orange marmalade
Orange marmalade

1 Kg di arance non trattate
750 g di zucchero
1 limone

Lavare  bene le arance ed il limone con acqua calda
Tagliare le arance ed il limone a fettine sottilissime, per esempio con la mandolina, eliminando le estremità ed i semini interni. Metterele in una pentola e coprirle  di acqua fredda, lasciarle macerare  per 24 ore.
Scolarli dall'acqua e mettere le fettine di arance in una pentola coperti d'acqua, facendole bollire per 10 minuti. Togliere l'acqua di ebollizione e aggiungere lo zucchero, lasciar cuocere lentamente per circa 45 min. Se preferite la marmellata più morbida, la cottura puo' essere ridotta di 10 minuti. Invasate in vasetti sterilizzati e chiudere ermeticamente. Capovolgere i vasetti e lasciarli completamente raffreddare. Riporre in luogo fresco.

Scones con patate dolci et zenzero confit
125 g di puré di patate dolci ( cotte a vapore)
250 g di farina
80 g di burro
2 cucchiai di zucchero
1 uovo
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 pizzico di sale
20 g di zenzero candito
1 cucchiaino di cannella
Mescolare il burro morbido con lo zucchero, aggiungere l'uovo, la purea di patate dolci e lo zenzero tagliato a piccoli pezzi. Mescolare la farina con il livito il sale e la cannella, aggiungere al composto precedente. lavorare l'insieme con un cucchiaio di legno e poi successivamente sul piano infarinato ma non maneggiare troppo l'impasto.  infarinare bene il piano di lavoro e abbassarlo con il matterello fino ad uno spessore di circa 2 cm e 1/2, (massimo 3 cm). Tagliate gli scones con un cerchio e disponeteli su carta forno nella teglia. Infornate a 200°C. per 15 minuti.Fateli raffreddare su di una griglia.



Version françaises
Orange marmelade  

1 kg d’oranges non traitées
Environ 750 gr de sucre cristallisé
1 citron
Laver et brosser les oranges et le citron sous l’eau chaude.
Les couper en fines rondelles, en vous débarrassant des rondelles aux extrémités des fruits ainsi que des pépins.
Disposer les rondelles dans une casserole à fond epais, recouvrir d’eau froide et laisser macérer à température ambiante pendant 24 heure
 Egouttez-les de cette eau et les remettre dans la casserole recouverts d'eau froide. Porter à ébullition pendant 10 minutes à feu doux. Les égouttes encor une fois de cette eau et versez-les à nouveau dans la bassine rajoutant le sucre bien remuer, et faire cuire à petit feu et sans faire bouillir pendant 45 min environ.Si vous préferez de la confitures moins épaisse, vous pouvez reduire le temp de cuisson de 10 min. 
Répartir la marmelade dans les pots sterilisés .Visser ensuite les couvercles.Retournez ensuite le pot jusqu’à refroidissement complet.
Scones e marmellata di arance
Scones aux patates douces et gingembre confit
125g de purée de patates douces
250 de farine
80 g de beurre
2 càs de sucre
1 œuf
1 c à c de levure chimique
1 pincée de sel
20 g de gingembre confit
1 càc de cannelle

Mélangez le beurre pommade et le sucre. Ajoutez l’œuf, la purée de patate douces et le gingembre confit coupé en petits morceaux. Mélangez la farine, la levure, la cannelle et le sel et l’ajoutez au mélange. 
Mélangez rapidement à la cuillère et quand la masse se forme, travaillez la sur un plan fariné mais très peu. Fariner la table et étaler la pâte au rouleau sur une épaisseur de 2 cm 1/2 environ (3 cm maximum). Découper des ronds avec un verre ou un emporte pièce. Placer les scones sur la plaque du four recouvert d'une feuille de papier sulfurisé. Faire cuire une quinzaine de minutes dans un four pré-chauffé à 200° C. Faire refroidir les scones en les plaçant sur une grille.

giovedì 12 novembre 2009

Caramel Toffee per delle crepes

Toffee sauce

 Versione française de la recette en bas
Dunque, da dove incomincio?....dal principio insomma perché queste crepes che faccio molto spesso per i miei figli sono , in questo caso, speciali. La solita ricetta delle crepes che oramai é testata e non cambio ma una ricetta particolare di caramel toffee.Particolare perché volevo fare tutt'altro, volevo fare delle caramelle ed invece non ero molto attrezzata. Sarebbe necessario, dicono le ricette, avere il termometro da zucchero e poi delle formine, ma forse di quest'ultime se ne puo' fare a meno. Volevo ineffetti regalare un momento di dolcezza naturale ai miei bimbi, divertendoci insieme a leccarci le mani e a rimanere stupiti...ma non dispero credo sarà per la prossima volta. Nel frattempo, pero', le dita ce le siamo leccate lo stesso   con questa crema tratta dal libro di Trish Deseine " Du caramel plain la bouche".  Fondente, morbida e adatta come base per dei dessert all'ultimo minuto aggiungendo, dei pezzetti di cioccolato fondente, delle scorze d'arancia confit, del caffé nero ristretto e qualt'altro vi suggerisce la vostra fantasia. E' cio' che consiglia la straordinaria Trish nel suo libro. Noi abbiamo pensato di versarla colante su delle crepes e cosparsa di cioccolato fondente grattuggiato.Una merenda che i miei figli hanno adorato é dire poco, finita  la crema molto velocemente che ho dovuta ripeterla nei giorni successivi.

martedì 10 novembre 2009

Tarte Tatin di mele cotogne, mele e limoncello

Tarte tatin
Version française de la recette en bas
Il dolce della domenica, come tutte le domeniche c'é. Non si puo' farne a meno soprattutto in queste domeniche fredde e umide da godersi  al caldodella propria casa, raggomitolati sul divano a leggere, a scrivere, a sonnecchiare ed a bere una buona tazza di tè.
La tarte tatin é quella che preferiamo un po' tutti proprio per la sua semplicità, per il suo gusto autentico, antico. Le avevo comprate venerdi, le mele cotogne, cosi' buone e profumate, giusto appunto per farne una composta.
Le mele ranette, dall'inizio dell'autunno sono sempre presenti nel mio paniere ed il limoncello. Un limoncello home made, regalatomi da una mia carissima amica calabrese , la cara Wilma. Una composta di mele e limoncello mi suonava molto bene, idea che ho maturato mentre mangiavo un crumble di mele da mia suocera, buonissimo, bagnate da   un goccio di limoncello il cui gusto sottilmente amaro, alcolico  ha  aggiunto a quelle mele già leggermente asprigne una nota di solarità ,di calore. Gustando il perfetto connubbio mi son detta che era da rifare, assolutamente!!!:-)

lunedì 9 novembre 2009

L'oro nel piatto

olio contest 1
La foto é stata scattata da Dada - Un déjeuner de soleil
Version française en bas

Parliamo d'olio d'oliva?....parliamone!!! perché l'olio d'oliva é in assoluto il miglior condimento esistente al mondo....non ci si puo' privare, anche a dieta, almeno io proprio non posso rinunciarci.
Le mie prime volte nei ristoranti parigini, 15 anni or sono, smaniavo per avere gocce d'olio d'oliva nelle pietanze, manco l'ombra, manco l'insalata condita con questo salutare nettare, impossibile  mangiare quelle foglie  verdi croccanti per non parlare della caprese. Oggi per fortuna le cose sono cambiate e l'olio d'oliva ha acquistato un ruolo molto importante anche sulle tavole dei parigini. Si possono trovare diverse  tipi di olii d'oliva con marchi Dop e Doc, di agricoltura biologica prevenitenti da tutte le regioni d'Italia che lo producono ed io ne sono fiera. Finalmente anche nella maggior parte dei ristoranti lo trovi e spesso proprio sul tavolo anche per essere versato sulla pizza a crudo o su di una fetta di pane.

domenica 8 novembre 2009

Serata Gustosa Custoza

marchio B2.1
Vi domanderete: che cos'é?...ve lo spiego subito e con grande piacere perché é un'evento da non perdere.

E' una manifestazione di grande gusto, organizzata dalla rivista enogastronomica Papageno
Sei magnifiche serate organizzate nei migliori ristoranti di Venezia, promosse dalla Cantina di Custoza del Lago di Garda. Si tratta di cene a base di pesce, per le quali collaborano 2 chef e sono aperte al pubblico.
La cucina di mare, quella di Venezia di fama internazionale, e la cucina di lago, quella ,altrettanto rinomata del Lago di Garda,interpretate da grandi chef , saranno protagoniste di un'originale manifestazione gastronomica, che dal 18 novembre al 11 dicembre, si snoderà attraverso le tavole imbandite
di sei prestigiosi ristoranti veneziani.
La serata di apertura dell'evento Gustosa Custoza  si terrà il 18 Novembre all'Hotel Monaco Grand Canal a Venezia.
La prenotazione è obbligatoria chiamando il numero del ristorante
interessato  che troverete sul sito http://www.papagenonline.it



Fate presto perché le partecipazioni sono tante!!!!

Buona domenica

venerdì 6 novembre 2009

Plumcake Venere

Cake Venere

Version française de la recette en bas
Sono curiosa, arcicuriosa e lo scoperto proprio amando la cucina. Se non lo fossi stata non mi sarei messa ad azzardare gusti e intrugli dall'apparenza bizzarri ed insoliti tra loro, in questo caso é di sicuro un pregio la curiosità, arricchisce la mente ed il palato. La farina di riso nero l'ho scoperta da Lei e ho subito provato. Il sue Cake é delizioso, davvero buono per la prima colazione e...non solo. Ne sono rimasta entusiasta che l'ho fatto tre volte. Il pacchetto del riso venere l'ho terminato e per fortuna che da qualche tempo lo si trova anche nei super vicino casa. Cmq, quel che volevo dire é che vi consiglio di fare la prova. Intanto stupirete le vostre amiche. Tutti m'hanno chiesto: "C'é il cacao vero?...ah no?...." No!!!!, niente cacao, niente cioccolato.

cake venere
Un cake poco dolce proprio come piace a me e tanto per cambiare dalla ricetta originale, che vi garantisco la bontà assoluta, vi presento la mia con qualche ingrediente in più, tipo la lieve ma efficace grattuggiatina della fava tonka , dal gusto caldo della vaniglia e della mandorla amara insieme ad un accenno al tabacco, insomma quello che mi ispirava al momento durante la preparazione dell'ennesimo cake.


Plumcake alla farina di riso venere

180g di farina di riso venere -70g di farina di mandorle-150g di zucchero grezzo di canna -125 g di yogurt greco -70 ml di olio extra vergine d'oliva -2 uova-1 bustina di lievito non vanigliato- 1/2 fava tonka grattuggiata - mandorle a scaglie per decorare.


Ho mixato il riso venere con il magimix riducendolo a farina che poi ho setacciato. Ho mescolato la farina di riso con la polvere di mandorle, il lievito ed la grattuggiatina della fava tonka.
Ho lavorato le uova con lo zucchero per 2 min con le fruste elettriche, ho aggiunto l'olio,lo yogurt ed infine la farina di riso con la polvere di mandore e lievito amalgamando bene il tutto con una spatola. Ho preparato lo stampo da plumcake, imburrato ed infarinato e vi ho versato l'impasto che ho poi spolverato di scaglie di mandorle. In forno ventilato a 180° per 35/40 min. Verificate la cottura con un spiedino di legno. A cottura ultimata fate intiepidire il dolce nello stampo.

Aggiornamento: Dai vostri commenti mi sembra evidente che l'esecuzione di questo dolce diventa difficile per gli ingredienti citati: farina di riso e fava tonka. Allora ecco  i seggermenti: Intanto la farina di riso Venere io non l'ho trovata ho solo mixato il riso venere riducendolo in farina e poi setacciato ecco che si ottiene la magica polverina. Per la fava toka basta sostituirla con della vaniglia non é la stessissima cosa ma il risultato é buonissimo lo stesso. Grazie e buon fine settimana a tutti:)





Version française
Cake Venere
Plumcake à la farine de riz Venere

150 g de sucre de canne - 180 g de farine de riz Venere- 70 g de poudre d'amande-70 ml d'huile d'olive -2 oeufs - 125 g de yaourt grec - un sachet de levure chimique - ½ fève tonka (à râper)- amande en filet pour décorer le cake.

Mixez le riz avec le magimix en le réduisant en farine puis tamisez-la. Mélangez la farine de riz avec la poudre d'amandes, la levure et le râpé de fève tonka.
Battre les oeufs avec le sucre pendant 2 minutes avec un fouets électriques,  ajoutez l'huile, le yaourt, et enfin la farine de riz avec de la poudre d'amande et la levure. Mélangez acev une merise. Préparez le moule à plum-cake, beurré et enfariné et versez la pâte ,puis saupoudrez avec les amandes en filet. Réchauffez le four à 180° C., cuire le cake pendant 35/40 min. Vérifier la cuisson avec une curedent en bois. Laisser tièdir le gâteau dans le moule.

mercoledì 4 novembre 2009

Strudel di scarola e finferli alla cannella e Caciocavallo silano

Strudel salato
Version française de la recette en bas

Piove da tre giorni ormai. Non amo molto la pioggia, non amo gli ombrelli, mi si rompono sempre e sempre mi capita di scordarmeli da qualche parte, torno indietro per recuperarli e già non li ritrovo più. Mi piacciono quelli che si possono mettere in borsetta, piccoli piccoli e che quando li apri si aprono sempre al contrario, c'é sempre una di quelle stanghette che sostiene la tela che si inceppa ed intanto tu ti sei bagnata come un'oca spennata. Appena entrata al riparo cerchi di chiuderlo, il primo scatto, il secondo e ti sei ancora ribagnata e poi lo scuoti per sgocciolare la pioggia e poi  qualcuno  che vicino a te fa fatica ad entrare perché stai bloccando l'entrata  si becca una doccia fredda, mentre tenti di chiudere i teli uno per uno e fissarli con lo stratch che come al solito sbagli il giro e non si attacca e, rifai il giro e non si attacca lo stesso perché bagnato fradicio o consumato. Finalmente  lo infili nella foderina perche poi l'unico posto dove lo puoi e devi riporre é la borsetta O_°.

lunedì 2 novembre 2009

Orecchiette pugliesi con broccolo romano,tapenade verde e bottarga di muggine

Orecchiette pugliesi
Version françaises de la recette en bas
Sono belli vero?....sono perfetti, sono pugliesi, sono veri pugliesi perché la loro perfezione viene da mani pugliesi e si vede. Sia per la farina usata quella di grano arso di cui avevo cercato invano di ricordarmi in questo post,  sia perché sono state lavorate da  mani esperte e  tanta esperienza. Non le ho fatte io, evidentemente, mi sono state regalate dalla mia collega brindisina che ringrazio dedicandole questo primo piatto composto da ingredienti mediterranei che legano perfettamente insieme, dando cosi' il benvenuto al mese di novembre.


sabato 31 ottobre 2009

Yes I'm pink

Cuore rosa
Mi tingo anch'io di rosa per il mese della prevenzione.
Ricordarci di prevenire  significa in molti casi salvarci la vita.

Des couleurs rose pour se souvenir qu' avec le dépistage et la  prévention du cancer du sein , souvent on se sauve la vie.

giovedì 29 ottobre 2009

Tortine di zucca profumati al mandarino e kumquat confit

Tortine alla zucca profumate al mandarino et kumquat
Version française de la recette en bas
E' l'ultima ricetta di colore hallowiniano, per questa settimana che và terminadosi, finalmente un po' di riposo anche con la "zucca" intesa proprio come la voglio intendere con le virgolette. Ne ho altre ricette ma basta per ora, le due zucche erano belle grosse e sono andata molto anche di zuppe e vellutati ma non é il caso di postare anche delle zuppette semplici anche se ottime come scaldacuore serale. Questi sono deliziosi e non li ho chiamati muffin per cambiare un po' anche questo titolo abbastanza frequente nel mio blog.

martedì 27 ottobre 2009

Beignets alla zucca, vaniglia e cannella

Beignets di zucca

Version française de la recette en bas
Ma insomma non é proprio possibile riuscire a tutelarci da queste ignobilerie, non so con quali altre parole definire, i continui furti di ricette e foto a scopi poi anche di lucro?....Ultime quelle di Adriano con la sua Crostata di mele e mandorle ( che tra l'altro io quella puntata li' l'ho vista), di Lydia e la sua Caprese al cioccolato bianco e ancora Artemiasia con la sua Madama Alticcia...Bhe se non c'é altro modo segnaliamoli il più che possiamo e facciamo in modo che queste persone vengano finalmente spublicate!!!

E veniamo alla terza ricetta con la zucca e poi...e poi ancora un'altra forse!!! non voglio neanche tanto stancarvi ma devo dire che quest'ortaggio é cosi' versatile che si possono fare davvero molte pietanze dal dolce al salto come dimostrano questi beignet soffici e davvero golosi che si mangiano uno dietro l'altro appena fatti, caldi e fragranti e profumati con tanta cannella e zucchero. Un segreto francese?....queste frittelline di chiamano "pets de nonnes", intraducibile, cioé, non me lo chiedete perché non posso scriverne la traduzione cosi' pubblicamente mentre i francesi non si fanno tanti problemi a soprannominarli cosi' :(...che non é poi molto indicato come nome perché il loro profumo é eccezzionale specialmente se nell'impasto di aggiunge la vaniglia come ho fatto io.

lunedì 26 ottobre 2009

Lasagna alla zucca e Roquefort

Lasagna di zucca e Roquefort
Version française de la recette en bas
Ci risiamo ecco una nuova ricetta con la zucca ed il Roquefort che a noi ci piace molto. Più forte e più consistenza come pasta rispetto al gorgozola. E' di sicuro conosciuto da tutti ma forse in certe zone d'Italia non si trova facilmente per cui puo' essere sostituito con il nostro buonissimo gorgonzola. E' che io ce l'avevo ancora un pezzetto avanzato dal Crumble e questa lasagna me la sono proprio sognata. Quelle cose, anzi, quei sapori che ti vengono anche in sogno, non so' se a voi  é capitato ma a ma si!!!...forse c'ero già andata a letto con quest'idea e al mattino mi sono svegliata proprio con questa voglia di fare la lasagna. Tutta la giornata me la sono sognata  mentre lavoravo ( mi capita spesso) ed alla sera ,finalmente mi sono messa all'opera utilizzando le sfoglie fresche di mio marito, che purtroppo non posso spedirvi e non ci trovano in commercio ma poi a voi questo non interessa mica tanto, le troverete di certo anche molto buone al negozzietto di fiducia sottocasa vero?...

sabato 24 ottobre 2009

Zucca al forno al miele e spezie

zucca
Version française de la recette en bas
C'é chi fa i cavoli (ummm buonissimi) e chi invece fa la zucca...e si, settimana di zucca per me e per voi che mi leggete sempre con affetto e simpatia e che ringrazio molto per i vostri commenti pur rimando io latitante nei vostri blog per motivi familiari. (Mi sembra  la giustificazione che portavo a scuola quando
mancavo...ah,ah,ah....) La verità é che ho tanto, tanto da fare con la famiglia e con il lavoro che prende sempre più spazio succhiandomi  tutta l' energia che ho. Tutto questo pero' non ha niente a che fare con la zucca e la mia settimana di zucca, vabbhe!! parzialmente anche la zucca a preso un tantino della mia energia anche se con divertimento. Ne ho, anzi, ne avevo due di zucche che  finalmente ho spaccato letteralmente perché, mannaggia quanto é dura tagliare una zucca!!!.

giovedì 22 ottobre 2009

Insalata d'Autunno con crumble di Roquefort

Insalata d'autunno
Version française de la recette en bas
I magnifici colori dell'autunno che finalmente sprigionano tanta luce calda durante il giorno mentre lentamente invece, và a diminuire, mi ha sollecitato la fantasia portandone qualch'uno  nel piatto fatto di sapori freddi e caldi allo stesso tempo. Un'insalata di un fine pasto completa di frutta e formaggio creata semplicemente guardandomi intorno, dalla dispensa al frigo e al cesto della frutta. Un insalata autunnale che resta impressa nella memoria  e nel palato perché si ha voglia di ripeterla spesso.

mercoledì 21 ottobre 2009

Piccole pie di mele

Piccole pie di mele
Version française de la recette en bas
Me l'ero annotato sul calendario di questo mese che avrei dovuto farli questi cestini.  Dalla loro apparizione  sul blog di Claudiacastaldi m'ero appuntata la copia della ricetta proprio sul mese di ottobre  per non lasciarmeli sfuggire e  farli appena terminata la raccolta delle mele. Queste crostatine di mele ricche di cannella e zucchero a granella e chi vuole aggiunga pure altro...sono simpaticissimi da presentare e  si possono realizzare aggiungendo dentro mandorle,pinoli o nocciole, oppure variare la frutta con delle pere o banane o ancora con della frutta secca. Io ho fatto una frolla classica e le ho farcite con mele a pezzettoni tanta cannella e granelli di zucchero omettendo l'uvetta che non piace ai miei pargoli marito incluso. Ho usato della marmellata di prugne ma ovvio ci si puo sbizzarrire anche in questo, quello che più vi tenta al momento, o proprio il fondo dell'ultimo vesetto aperto. Al posto dello zucchero ho preferito mettere i famosi zuccherini  che si trovano nelle gauffres di Liège , danno croccantezza e  dolcezza  alle mele asprigne e soprattutto restano integri anche in cottura.

lunedì 19 ottobre 2009

Ravioli alla crema di Parmigiano Reggiano e tartufo

P1040219
Version française de la recette en bas
Per me il Parmigiano Reggiano é sempre esistito. Lo conosco dal mio primo vagito. Riconosco il suo odore ed il suo sapore da sempre. Ho avuto la fortuna di poter godere dell'assaggio del suo cuore, la parte più intima di questo formaggio conosciuto in tutto il mondo. Mio padre, nel suo negozio di alimentari, si riforniva di ruote che poi apriva con grande maestria, io ero  presente  a questo rito. Ero poco più di una bambinetta di 10 anni o forse anche più piccola quando, in quel retrobottega assistevo all' incisione e spaccatura con un colpo secco,di quella ruota gigante per me, per arrivare  all'essenza del Parmigiano Reggiano . Inconfondibile, unico con quel marchio a fuoco tratteggiato.  Facevo  la  prima degustazione favorendo di quel  pezzetto biancastro preso proprio dal cuore. Profumato con  la gocciolina e l'inebrinate sapore  inimitabile, al primo morso  invade tutta la bocca, friabile,con note speziate appena.....fantastico!


domenica 18 ottobre 2009

Olive,coriandolo e mandorle

Coriandolo,olive e mandorle

Version française de la recette en bas
Eravamo io ed un'altra signora francese al banco della frutta e verdura, dove c'é un gran bel cesto di erbe aromatiche, fresche, profumate, a contenderci gli ultimi due mazzetti di coriandolo. Mentre ne prendo in mano uno, vedo la signora che a sua volta ne ha un'altro in una mano e con l'altra, ne cerca quasi "disperatamente" un secondo, avvicinandoseli  al naso uno dopo l'altro per sentirne il profumo...." No non é coriandolo é prezzemolo, si somigliano molto". Ne cercava un'altro; ce l'avevo io.  "Non so' signora", - le dico,- credo che siano gli ultimi due, io non ne ho un bisogno urgente, se vuole...." - "Non si preoccupi faro' la mia tapenade solo con uno"....ringraziandomi.  Le domando, entrate ormai, in" confidenza"  come  avrebbe fatto la sua tapenade con tanto coriandolo. E lei gentilmente mi dice: "Una Tapenade, con tanto coriandolo , olive verdi ,mandorle e dell'ottimo olio evo"

Coriandolo,olive e mandorle

Tapenade con olive,corialdolo e mandorle
Un bel mazzetto di coriandolo fresco
50 g di  granella di mandorle
100 g di olive verdi al basilico
150 ml di olio evo
1 cucchiaino di sale grosso
pepe

Lavare bene il coriandolo  e asciugare bene foglie e steli e mettere il tutto  nel mixer o se preferite nel mortaio insieme a tutti gli ingredienti e mixare fino a ridurli in una crema. Aggiungere olio se necessario, sale e pepe. Mettere la crema in vasetto di vetro sterilizzato e conservare in frigo per 2/3 settimane circa.



Version française
 Coriandolo,olive e mandorle
Tapenade au olives verts, amandes et coriandre
1 belle botte de coriandre fraiche
50 g de amandes
100 g d'olives verts au basilic
150 ml l’huile d'olive
1 càc de gros sel
poivre

Laver la coriandre et bien l’essorer pour qu’il ne reste plus d’eau dans les feuilles. Mettez les feuilles et  les tiges dans un blender ou un mixer.Rajoutez les reste des ingrédients.Arroser avec d’huile et faire tourner le mixer.Vous devez obtenir une purée homogène et assez épaisse, … mais pas trop. Rajouter de l’huile si nécessaire pour faciliter le mixage, salez et poivrez.
Versez cette crème dans un pot stérilisé et fermez hermétiquement. Réservez au réfrigérateur pendant 2/3 semaines.
Coriandolo,olive e mandorle
Si è verificato un errore nel gadget